Chi Siamo aggiornata

WhatsApp Image 2020-10-14 at 18.37.50

Simone Moschini

Ciao, mi chiamo Simone Moschini nato come cuoco,  ho da sempre avuto il pallino in testa del prodotto locale di qualità e, fin dalla mia prima esperienza nelle cucine, cercavo di trasmettere il messaggio e che producevo pasta all’uovo trafilata al bronzo, ricercavo prodotti locali e non solo. Viaggiavo per scoprire sapori, colori e prodotti da integrare nella nostra cucina, viaggi legati a sapori e non solo. Per anni, ho visto il mondo attraverso un obiettivo frequentando le culture locali dei paesi che ho visitato, entrando nelle loro case per scoprire piatti, sapori lontani dai palati del turista. 

Nel 2015 ho fatto un’esperienza interessante, lavorando in una struttura con spazio verde adiacente la terrazza per gli ospiti, ho iniziato a coltivare là dove prima vi erano solo piante ornamentali, solo a quel punto mi sono reso conto di cosa poteva fare per me veramente la differenza in cucina, mi sono accorto di una qualità superiore, di una stagionalità etica e non commerciale, ed ho cominciato cosi ad approfondire le mie conoscenze.

 

Il Cavolo a Merenda

Nel 2016 mollo il mio lavoro da cuoco, mollo la certezza per dar sfogo ad un nuovo obiettivo e affrontare le esigenze che la vita mi ha messo davanti. Mi ritiro nel piccolo appezzamento di terreno di mio padre, non voglio perdere la sua memoria né tantomeno le mie amate Titti e Diana, i suoi cani. Inizio con un’idea comune un po’ a tutti coloro che si avvicinano alla natura, cassette per famiglie rifornendomi di piante dai vivaisti.

Nasce così Il Cavolo a Merenda, nome che ha la sua origine da un detto popolare (un cuoco con le mani nella terra è come mangiare un cavolo all’ora della merenda), una sfida nella sfida. I risultati non tardano ad arrivare e durante la mia prima stagione ho la fortuna di incontrare un rinomato Chef, con il quale iniziai nell’immediato una collaborazione, e presto ne arrivano altre. Così iniziai a dare una direzione e un valore al mio lavoro, con nuove ricerche e sperimentazioni.

WhatsApp Image 2020-11-12 at 15.08.26 (14)